Trofeo Valli Bresciane

  La pista è la mia tela.
La mia auto è il mio pennello.
  

Graham Hill
Andrea Vesco e Andrea Guerini su Fiat 508 S Balilla Sport del 1934<br>sono i vincitori del 4° Trofeo Valli Bresciane<br>– Memorial Cirillo Gnutti

Andrea Vesco e Andrea Guerini su Fiat 508 S Balilla Sport del 1934
sono i vincitori del 4° Trofeo Valli Bresciane
– Memorial Cirillo Gnutti

Andrea Vesco e Andrea Guerini, su Fiat 508S Balilla Sport del 1934, hanno fatto poker al Valli Bresciane, aggiudicandosi anche la quarta edizione ed anche quest’anno hanno voluto dedicare la loro vittoria all’indimenticato ed indimenticabile Raffaele Rossetti.

Al secondo posto i bergamaschi Aliverti-Carrara su Fiat 508C del 1937, seguiti dai bresciani Spagnoli-Sabbadini con Fiat 520 del 1928.

La coppa delle Dame è stata vinta da Federica Bignetti Bignetti e Luisa Ciatti su Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce del 1960.

I primi tre classificati della classifica assoluta ed il primo equipaggio femminile hanno ricevuto in premio i magnifici orologi Locman offerti da Calvagna Gioielli Lumezzane. Tra le scuderie vittoria per la Franciacorta Motori, che ha preceduto Emmebi70 e Brescia Corse.
Il premio per il primo Equipaggio Lumezzanese è stato vinto dai fratelli Sergio e Romano Bacci, mentre Benedetta e Stefania Gnutti hanno vinto il premio speciale per l’equipaggio femminile più giovane offerto dal Museo Mille Miglia.
Il premio per il primo equipaggio Porsche offerto dai Centri Porsche Brescia è andato a Walter Jacovelli e Teresina Bertoletti. Manoël e Aurélie Jolly hanno ricevuto il premio per l’equipaggio che proveniva da più lontano.
Numerosissimi altri premi sono stati consegnati ai partecipanti tra i quali quelli messi a disposizione dagli sponsor TBM lubrificanti, Sael, Birrificio Avanzi, Morì Produzione Inox, Saottini.
Una settantina gli equipaggi che hanno preso il via sabato mattina dal Museo 1000 miglia, per affrontare 70 prove cronometrate, dislocate nelle valli e quest’anno anche nella pianura bresciana. Una gara a detta dei concorrenti stimolante e avvincente, ben ritmata, difficile che richiede la continua attenzione sia del pilota che del navigatore.
Un ringraziamento da parte degli organizzatori a tutti i partecipanti, a tutti gli sponsor ed in particolare un grande grazie alle famiglie Gnutti per la loro fiducia e supporto.